di: GAL Costa dei Trabocchi

Premio Vasto 2021

54esima Rassegna di Arte Contemporanea

Dal al

Vasto

Piazza Pudente - Vasto


Il Premio Vasto è un'importante rassegna di arte contemporanea che abbraccia sia il mondo della pittura che della scultura.

Istituito nell’estate del 1959 è sicuramente tra gli eventi del genere più antichi d’Abruzzo, nacque con l’obiettivo di seguire l’evoluzione dell’arte nazionale e di diffonderne la conoscenza sul territorio locale.

La prima edizione del Premio, dedicata ai principali pittori vastesi dell’epoca, fu seguita da due meeting artistici di natura estemporanea e da una significativa serie di collettive, che affiancarono indagini di tipo tematico-problematico ad omaggi, antologiche e segnalazioni.

Dal 1975 il Premio abbandonò la veste di concorso artistico per trasformarsi in rassegna d’arte di qualità, affidata a critici di grande spessore, tra i quali basti ricordare Guzzi, Biasion, Carluccio, Sala, De Santi, Mascherpa, De Micheli, Simongini, Di Martino, Carli, Cerritelli e Crispolti.

La rassegna ha l’intento anche di mettere in risalto in nuovi artisti emergenti in Italia.

L’evento si realizza ogni anno presso i Musei civici di Palazzo d’Avalos riscuotendo grande successo.

 

PREMIO VASTO 2021 -

Punto zero. Identità sospese

54a edizione a cura di Piernicola Maria Di Iorio

Il mondo dell’arte – messo in ginocchio dalla pandemia - si è fatto sentire. Tutti sappiamo che quando la condizione umana vive periodi estremi, la creatività artistica si fa portavoce di una reazione culturale che sappia raccontare lo straordinario periodo storico di riferimento.
Siamo reduci (o almeno lo speriamo) da un lungo periodo iniziato con il lockdown del 2020, causato da un’epidemia mondiale: sofferenza, paura, dolore e restrizioni delle libertà hanno messo inevitabilmente da parte il settore artistico, soprattutto per quanto concerne la fruibilità da parte del pubblico. Ciò che maggiormente è venuto a mancare sono state, probabilmente, la comunicazione e l’impossibilità di muoversi liberamente: misure necessarie ma altamente limitanti.


Ci è mancata e ci manca ancora l’arte, la libera possibilità di ammirarla e di cercarla: musei chiusi, cinema e teatri impossibilitati all’apertura, mostre e spettacoli rimandati a data da destinarsi o svolti con accessi minimi e contingentati. 
Partendo da queste considerazioni, il progetto espositivo Punto zero. Identità sospese vuole indagare la rappresentazione artistica a partire dal primo lockdown, un punto di non ritorno in cui tutti noi siamo stati costretti a trovare una comfort zone, un punto di necessaria stabilità che ci permettesse di affrontare il complesso momento legato alla pandemia. 


Il progetto espositivo non vuole ripercorrere i fatti, gli accadimenti di quest’epoca, non avendo velleità di cronaca. Piuttosto, si prefigge l’obiettivo di indagare la parte più intima degli artisti, ovvero vuole essere testimonianza, a distanza di un anno, di quel processo creativo libero, di un momento unico e irripetibile in cui ciascuno si è ritrovato a vivere la propria arte senza alcun vincolo esterno. In questi mesi sono nati così, mediante i linguaggi dell’arte contemporanea, lavori ricchi di consapevolezza umana, sociale ed emotiva. 


Ogni espositore selezionato per la cinquantaquattresima edizione del Premio Vasto si caratterizza per la propria voce visiva; autori diversi, provenienti da contesti eterogenei, si confrontano e dialogano nelle suggestive sale dei Musei Civici di Palazzo d’Avalos, mediante lavori di forte e tangibile intensità che, unitamente, costituiscono una composizione suggestiva e di forte influsso emozionale.

Questi i nomi degli artisti partecipanti: Beatrice Alici, Marina Bolmini, Erica Calardo, Antonella Cinelli, Arianna De Nicola, Francesco Di Tillo, Nazario Graziano, Franco Losvizzero, Alessandra Maio, Cristina Mangini, Simona Materi, Andrea Ravo Mattoni, Vincenzo Merola, Cosimo Paiano, PetriPaselli, Alfonso Reccia, Fabrizio Spucches, Mariarosaria Stigliano, Ivana Volpe, Andreas Zampella, Karin Zrinjski. Sono coinvolti, dunque, undici artiste e dieci artisti che utilizzano i diversi strumenti espressivi della contemporaneità, dalla fotografia alla pittura, dall’installazione, alla scultura, fino al video e alle opere digitali.

I linguaggi dell’arte contemporanea possono rappresentare infatti un importante strumento di approfondimento e di comunicazione delle questioni che interessano l’anno straordinario appena trascorso ed i suoi sviluppi attuali.
 

Promotori:
Comitato Premio Vasto d’Arte Contemporanea
Comune di Vasto - Regione Abruzzo - Con l’alto patrocinio della Regione Abruzzo
Crediti fotografici – Roberto Bontempo
 

PREMIO VASTO

Mappa

Trova in zona

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Borghi

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Natura e Green (WILD)

Arte e Cultura

1.20 km

Foto di Roberto Monasterio
Vasto

Turismo religioso

Borghi

Arte e Cultura

Arte e Cultura

Gran Fondo del vastese

9 Valle del Sinello ➡️

8 Stazione Fs Casalbordino/Pollutri - Scerni ➡️

1C Colline e Vigneti ➡️

Trekking nella "Lecceta di Torino di Sangro"

7 Fiume Sangro ➡️

10 Torrente Lebba ➡️

4 Cammino di San Tommaso ➡️

Da Francavilla a Ortona

24.30 km

Spiaggia Acquabella - Ortona
itinerario turistico Difficoltà Bassa

Da Ortona a Fossacesia

24.30 km

Fossacesia
itinerario turistico Difficoltà Bassa

Itinerario del Cenacolo

24.30 km

La figlia di Iorio
In Auto 50.00km

Lanciano

24.30 km

Lanciano Foto di Luca Del Monaco
itinerario turistico Difficoltà Bassa

Vasto e i suoi tesori

24.30 km

Vasto
itinerario turistico Difficoltà Bassa

6 Crinale Frentano ➡️

1B Colline e Vigneti ➡️

5 Torrente Feltrino ➡️

Dall'Abruzzo Bizantino alla Majella

36.85 km

Foto di Luca del Monaco
itinerario turistico

3 Via dei Mulini ➡️

1A Colline e Vigneti ➡️

2 Valle del Foro ➡️

Benessere e Wellness

Natura e Green (WILD)

laboratorio terra
Destinazione terra

Da 8 euro/persona€

 

Benessere e Wellness

Enogastronomia

cooking class
Cooking class

Da 35 euro/persona€